Uso Normato dei Mattoni

Com’è noto, oltre ai mattoni pieni, esiste, attualmente, un’ampia varietà di mattoni semipieni che si sono affermati in questi ultimi decenni nella formazione di murature – portanti o di semplice tamponamento – subendo un progressivo affinamento morfologico che ha riguardato la distribuzione e la forma dei fori, la loro distanza dai bordi, lo spessore dei setti ecc.

Secondo la vigente normativa si considerano semipieni i mattoni aventi una percentuale di foratura compresa fra il 15 e il 45% dell’area lorda della superficie del mattone perpendicolare alla direzione dei fori; questi ultimi sono, in genere, praticati con asse normale alla faccia maggiore del mattone (fascia o piatto) con dimensioni, forme e distribuzione variabili.

I mattoni paramano, invece, di regola sono usati per la realizzazione di muri – o di altre opere ed elementi particolari – destinati a rimanere a vista.

Nella tabella UNI 1606 vengono, inoltre, definite per la prima volta, in modo preciso, le tolleranze dimensionali ammissibili nella produzione dei mattoni, le caratteristiche di resistenza a compressione, al gelo e all’acqua; aspetti, questi, che verranno più volte ripresi, integrati, modificati nei successivi aggiornamenti normativi.

Può essere utile consultare il seguente "uso normato dei Mattoni in Laterizio nelle murature portanti"