Il Brevetto

Il Muro Armalater® (Laterizio Armato Antisismico), brevettato dalla Latercompound srl, è un sistema costruttivo che utilizza una muratura portante in mattoni semipieni trafilati (estrusi) faccia vista in qualità cotto Klinker, armata in acciaio con spine e calandri fiduciari nodali tralicciati.

Si realizza la posa degli elementi in Laterizio sovrapposti in modo tradizionale concatenandoli in disposizione Isodoma tramite giunti di malta a creare l’ingranaggio, rinforzato attraverso una micro-armatura diffusa inserita in maniera predeterminata ogni due file, con spine in acciaio in funzione antiscorrimento.

Brevetto Muro Armalater

Fondamentali sono poi, al fine di collegare i setti murari con gli orizzontamenti, i calandri fiduciari nodali che, realizzati a mezzo d’armatura composta di tralicci elettrosaldati del tipo Bausta fissati su piastre in acciaio, vengono disposti negli incroci delle murature d’angolo e di quelle ortogonali.

Muro Armalater

   
I calandri vengono man mano perimetrati direttamente dai vari corsi di mattoni formanti il futuro cassero funzionale al contenimento del getto in opera che, una volta ultimato il muro in elevazione, verrà realizzato contemporaneamente a quello del solaio e del relativo cordolo.

Il sistema prevede infine un tondo in acciaio nervato Ø 16 mm quale armatura integrativa verticale da inserirsi sia in appositi cavedi in affianco dei vani finestre/porte che in caso di assenza, oltre i 4 mt, di altre armature verticali continue. L’armatura orizzontale con tondo in acciaio nervato Ø 6 mm ogni 60 cm completa il sistema e lo rende conforme alle NTC (DM.14/01/2008).

 

Il sistema Muro Armalater® risulta essere inoltre ideale per quegli edifici in muratura dal comportamento strutturale “semplice” per i quali è consentita la verifica semplificata tramite “il metodo delle tensioni ammissibili”.

Riportiamo di seguito alcune condizioni in base alle quali una costruzione può essere definita semplice e si può effettuarne la verifica alle tensioni ammissibili (vedi NTC-D.M.14 Gennaio 2008):

 

  • le pareti strutturali della costruzione sono continue dalle fondazioni alla sommità;
  • nessuna altezza interpiano è superiore a 3.5 mt;
  • il numero di piani non è superiore a 3 (entro e fuori terra) per costruzioni in muratura ordinaria ed a 4 per costruzioni in muratura armata;
  • il carico variabile per i solai non sia superiore a 3.00 kN/mq;
  • la planimetria dell’edificio è inscrivibile in un rettangolo con rapporti fra lato minore e lato maggiore non inferiore a 1/3;
  • in ciascuna delle due direzioni siano presenti pareti resistenti alle azioni orizzontali con interasse non superiore a 7 mt, elevabili a 9 mt per costruzioni in muratura armata.

 

 

In definitiva il sistema Muro Armalater® con la sua semplicità aiuta ad evitare zone con concentrazioni di carico, favorisce la simmetria strutturale, utilizza elementi tradizionali quali i mattoni e rende performante il tutto attraverso le spine in acciaio antiscorrimento che oltre a ridurre i fenomeni di fessurazione evitano quelli di slittamento orizzontale in funzione antisismica. I calandri fiduciari nodali infine, assicurano tutta la struttura in un indissolubile vincolo scatolare.